La stagione degli uragani 2018 porterà tante altre tempeste

La stagione dell'uragano 2018 porterà tante altre tempeste

Mentre le immagini di distruzione causate dalla batteria di uragani dello scorso anno sono ancora fresche nelle menti di molti americani, compresi quelli che vivono a Porto Rico dove dopo sei mesi il potere non è completamente ripristinato, i meteorologi stanno ammonendo il pubblico a prepararsi per un’altra impegnata stagione degli uragani.

I ricercatori della Colorado State University prevedono che questa sarà una stagione leggermente superiore alla media, con 14 tempeste tropicali nel 2018. Si prevede che sette si trasformeranno in uragani, che hanno una velocità del vento di almeno 74 mph. Tre di questi sette dovrebbero essere i principali uragani, categoria 3 o superiore, con venti che raggiungono un minimo di 111 mph.

La stagione Atlantic Hurricane va dal 1 ° giugno alla fine di novembre.

Uragani: cosa aspettarsi

“I residenti delle coste si ricordano che basta un uragano per appropriarsi di una stagione attiva, e hanno bisogno di preparare lo stesso per ogni stagione, indipendentemente da quanta attività è prevista”, dicono i ricercatori.

A titolo di confronto, il 2017 ha avuto un totale di 17 tempeste nominali – con 10 uragani e sei di loro principali uragani – tra cui gli uragani Harvey, Irma e Maria, che hanno devastato il Texas, la Florida e Portorico. Ma quel numero ha superato le aspettative dei pronostici, inclusa la squadra della CSU. L’università aveva previsto solo 11 tempeste tropicali con quattro uragani.

Prima che atterrasse Harvey, si prevedeva che si trattava semplicemente di una tempesta tropicale o di un uragano di categoria 1 con velocità del vento fino a 85 mph. Ma nel giro di pochi giorni e quando colpì il terreno vicino a Corpus Christi, in Texas, si era trasformato in una categoria 4 con venti da 132 miglia all’ora.

“Rilasciamo queste previsioni per soddisfare la curiosità del grande pubblico e per attirare l’attenzione sul problema degli uragani”, ha detto l’università. “C’è un interesse generale nel sapere quali sono le probabilità per una stagione attiva o inattiva”.

Il rapporto include anche la probabilità che i grandi uragani facciano terra:

63% l’intera costa degli Stati Uniti (la media per il secolo scorso è del 52%)
39% per la costa est degli Stati Uniti, compresa la penisola della Florida (la media per il secolo scorso è del 31 percento)
38% per la costa del golfo dalla Florida Panhandle verso ovest fino a Brownsville (la media per l’ultimo secolo è del 30 percento)
Il 52% per i Caraibi (la media per il secolo scorso è del 42%)
La National Oceanic and Atmospheric Administration pubblicherà le sue previsioni a maggio.

Fonte


Francesco Menna

Studente di Ingegneria Meccanica, appassionato di tutto ciò che riguarda i motori e la tecnologia.

Articoli che potrebbero interessarti...