Terrorismo: la polizia smantella la rete italiana creata dal terrorista Elmahdi Halili

Questa mattina 29 marzo è scattata una nuova operazione di antiterrorismo della Polizia. Il mandato di cattura è stato ordinato dal Gip di Roma e riguarda quella rete di contatti italiani che nel tempo si è creato il terrorista tunisino che ha compiuto la strage nello scorso 23 dicembre 2016 al mercatino di Natale di Berlino. Il terrorista Anis Amri, dopo la strage venne ucciso a Sesto San Giovanni (Milano).

Il mandato di cattura comprende cinque stranieri, i reati ipotizzati sono addestramento e attività con finalità di terrorismo internazionale e associazione a delinquere finalizzata alla falsificazione di documenti e al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Oltre agli arresti, sono in corso anche una serie di perquisizioni nelle province di Latina, Roma, Caserta, Napoli, Matera e Viterbo.

Torino: arrestato l’ autore del primo testo di propaganda dell’Isis in italiano

Nella giornata di ieri a Torino, vi è stato un altro arresto importante di un terrorista, Elmahdi Halili italo-marocchino di anni 23, è stato accusato di aver partecipato alla diffusione di testi di propaganda dell’Isis, in particolare a lui viene associato il primo testo di propaganda dell’Isis in lingua italiana.

Già nell’anno del 2015, Halili venne incriminato per la diffusione di documenti su internet di propaganda dell’Isis, l’italo-marocchino ebbe due anni di reclusione.

Fonte


Ciro Esposito

Articolista di attualità, calcio, tecnologia e cinema con esperienza maturata in oltre 5 anni di scrittura per blog e testate giornalistiche, tifosissimo del Napoli Calcio. Attualmente ricopro il ruolo di responsabile editoriale presso Revogeek.com.

Articoli che potrebbero interessarti...