Roma: falso allarme bomba, evacuati clienti e dipendenti della Rinascente

Paura alle due sedi della Rinascente di Roma, verso le 14.00 della giornata di ieri Domenica 25 Marzo 2018, una telefonata anonima aveva indicato la presenza di un ordigno esplosivo nel grande magazzino. La telefonata arrivata al quotidiano “Il Messaggero” ha fatto subito scattare l’evacuazione della sede della Rinascente in via del Tritone e per precauzone è stata anche evacuata la sede in piazza Fiume.

Dipendenti e clienti sono stati fatti evacuare da entrambi gli edifici, molti erano i clienti presenti in quel momento nei grandi magazzini. Dagli accertamenti fatti dagli artificieri della polizia di Stato però risulta che la segnalazione ha dato esito negativo.

La telefonata che ha fatto scattare l’allarme

La telefonata registrata da “Il Messaggero” che è stata subito girata alla polizia dice: “Bomba alla Rinascente alle 15 Allahu Akbar, bomba alla Rinascente”.

Gli artificieri dopo aver evecuato le palazzine hanno ispezionato con due cani labrador i cassonetti che vengono utilizzati per la raccolta dei rifiuti pubblici su strada e anche quelli che vengono utilizzati per la raccolta porta a porta delle palazzine subbito adiacenti alla zone dove è scattato l’allarme. Terminati gli accertamenti su entrambe le sedi verso le 16.00 gli edifici sono stati riaperti al pubblico.