Rischio attentati a Roma, si cerca un islamista di origine tunisine

  • di

Atef Mathlouthi di 41 anni è ricercato nella capitale e nelle città vicine dopo che una lettera anonima (ritenuta attendibile) è stata recapitata all’ambasciata italiana di Tunisi. La notizia è stata diffusa da Tg Com 24, nella lettera si legge che il tunisino, islamista radicale, sia pronto a compiere atti di terrorismo a Roma.

I luoghi segnalati come obbiettivi possibili del tunisino presunto attentatore sono: metropolitane, bar, centri commerciali e diversi siti turistici. 

I precedenti del tunisino Atef Mathlouthi

Il tunisino non è privo di reati precedenti, infatti è già stato segnalato alle forze dell’ordine e fermato diverse volte per spaccio e per reati considerati di minore rilievo. A Roma subito sono scattati i controlli e le ricerche del tunisino, 400 sono i posti sotto controllo che risultano possibili obbiettivi e 900 sono militari impiegati nelle operazioni «Strade sicure».

Aumentati anche i controlli nei centri commerciali e ovunque ci sia un grande afflusso di gente, l’area di massima sicurezza risiede attorno alla basilica di San Pietro che comprende i Bastioni di Michelangelo, frequentati sempre da un gran numero di persone.

Fonte