Rapina al gioielliere di Frattamaggiore: arrestati altri tre della banda, uno è ferito

Finiti in manette altri tre banditi che sabato 11 febbraio hanno rapinato un gioielliere di Frattamaggiore, in provincia di Napoli, nell’accaduto un loro complice era stato ucciso dal commerciante con un arma da fuoco.

I tre pregiudicati di anni 27, 29 e 41 anni sono stati arrestati nella notte, uno dei tre è ferito, sembra proprio da un colpo d’arma da fuoco, che può essere riconducibile al giorno della rapina al gioielliere.

Un testimone racconta la sparatoria

Uno dei testimoni della sparatoria ha raccontato a Repubblica: “Non sapevo dove scappare, ho sentito più colpi almeno tre o quattro, un proiettile mi ha sfiorato”, prosegue dicendo: “non so chi ha sparato”.

Poco distante dalla gioielleria, sabato 11 febbraio uno dei rapinatori è stato arrestato da un poliziotto fuori servizio che prontamente è intervenuto per bloccarlo, di seguito le indagini hanno stretto il cerchio su altri tre rapinatori, dui di essi hanno anche confessato. Oltre ai rapinatori è stato anche arrestato un quinto elemento che ha avuto il compito del “palo” nella rapina.

Il bilancio a questo punto vede 5 componenti della banda, uno è stato ucciso dal gioielliere, uno è ferito e altri tre sono stati arrestati. Le accuse che vengono rivolte ai rapinatori sono: tentata rapina aggravata, detenzione e porto di arma clandestina e ricettazione. Mentre il commerciante attualmente è indagato per omicidio colposo.

Fonte: repubblica.it


Ciro Esposito

Articolista di attualità, calcio, tecnologia e cinema con esperienza maturata in oltre 5 anni di scrittura per blog e testate giornalistiche, tifosissimo del Napoli Calcio. Attualmente ricopro il ruolo di responsabile editoriale presso Revogeek.com.

Articoli che potrebbero interessarti...