Macerata: uomo spara ad alcuni immigrati dall’auto

Macerata: uomo spara ad alcuni immigrati dall'auto

L’accaduto si è svolto principalmente in due zone di Macerata. L’uomo, girando a bordo di una Alfa Romeo 147 nera ha iniziato a sparare con una pistola contro degli immigrati: quelli feriti sono 6, ma i gravi sono 2.

La persona ha un nome e cognome: Luca Traini che è stato fermato dalle forze dell’ordine nei pressi del Monumento dei caduti.

Macerata: il saluto fascista e l’accaduto con Pamela

Traini era avvolto in una bandiera tricolore e ha effettuato il tipico saluto fascista prima di essere arrestato.

Ma non era solo, infatti le forze dell’ordine sono alla ricerca di un complice. In passato, nel 2017 Luca Traini si è candidato alle elezioni dello scorso 11 giugno nella Lega Nord.

“Ha frequentato la nostra sede per un po’ di tempo e non aveva mai manifestato opinioni razziste” ha raccontato su Radio Capital Maria Letizia Marino, segretaria Lega della provincia di Macerata “si è comportato correttamente dal primo all’ultimo giorno che lo abbiamo visto. Sappiamo che da qualche tempo frequentava una ragazza romana con problemi di droga, tutto ci lascia pensare che fosse la povera Pamela”.

Per chi non lo sapesse, ricordiamo che Pamela era la diciottenne trovata mutilata in due valigie.

L’autore di tale scempio è stato un nigeriano. Dunque, Luca si sarebbe fatto vendetta da sé, colpendo 5 uomini e 1 donna, tutti di origine sudafricana dai 21 ai 33 anni.

Fonte: Il Fatto Quotidiano


Francesco Menna

Studente di Ingegneria Meccanica, appassionato di tutto ciò che riguarda i motori e la tecnologia.

Articoli che potrebbero interessarti...